Il Total Cost of Ownership e l'auto

Il TCO: analisi tra prezzo di acquisto e costi di gestione.

Il TCO (Total Cost of Ownership) è il calcolo del costo di un’immobilizzazione che prende in considerazione non solo il prezzo di acquisto ma anche i relativi costi di gestione nell’intero ciclo di vita del prodotto. Questo valore include ogni fase del ciclo relativo alla proprietà: acquisizione, operatività e costi variabili della gestione e dell’acquisizione.

Il TCO mette quindi in evidenza la differenza tra il prezzo di acquisizione ed i costi a lungo termine. Questa analisi, applicata per la prima volta nelle aziende a metà degli anni ‘80 specialmente per le spese di informatizzazione, ha messo in evidenza come i costi di manutenzione potevano oscillare anche fino ad 8 volte il prezzo di acquisto. Una volta emersa la differenza tra prezzo e TCO, le aziende hanno cominciato ad espandere questo approccio su molti altri investimenti quali immobili, veicoli, attrezzatura industriale e infrastrutture tecnologiche.

Nell’ambito dei veicoli o di una flotta, il TCO rappresenta il costo totale di gestione. Ci sono alcune componenti principali da considerare nel calcolo del TCO: 

  1. Acquisizione ossia prezzo del veicolo ed eventuali oneri finanziari
  2. Costi operativi: spese di gestione nel corso dell’utilizzo del veicolo quali carburante, assicurazione, pneumatici, manutenzione ma anche altri costi “minori” quali ad esempio le multe
  3. Costi del personale: spese indirette quali il costo del personale addetto alla gestione della flotta
  4. Possibili ricavi di vendita del veicolo usato una volta dismesso dall’utilizzo aziendale o altri risparmi/costi che possono derivare da un diverso immobilizzo di capitale.

Ma quali sono gli elementi che contribuiscono a comporre il TCO?Secondo alcuni studi il TCO delle flotte aziendali è caratterizzato da molti fattori con pesi diversi sul costo complessivo del veicolo.

TCO

La svalutazione è la componente principale del TCO. Bisogna, infatti, tenere presente che a fronte di un prezzo di “acquisizione” minore può corrispondere un maggiore tasso di svalutazione. Il fattore svalutazione può influire fino al 47% del TCO del veicolo aziendale.

I consumi del veicolo possono impattare fino al 14% del TCO specialmente quando le flotte sono di grandi dimensioni e anche una minima differenza nei consumi moltiplicata per i km ed i veicoli in flotta può incidere in modo più o meno rilevante.

L'assicurazione è un altro costo determinante che deve essere valutato anche in termini di eventuali costi da affrontare qualora i veicoli non abbiano una copertura assicurativa completa. L'impatto dei costi assicurativi è valutato intorno al 12% del Total Cost of Ownership.

Tra gli altri elementi che costituiscono il TCO, troviamo quelli di manutenzione (8%), i costi finanziari (8%), le tasse (5%), i costi dei pneumatici invernali e relativa sostituzione (5%) ed i costi di gestione operativa della flotta (tipicamente il personale - 1%).

Un’analisi di questo tipo può essere utile per confrontare le diverse opzioni di acquisizione (acquisto, leasing o noleggio) e per selezionare i diversi fornitori.


Articoli Correlati